La nostra storia

Ecco una breve storia su come abbiamo cominciato ad allevare i pastori tedeschi ed educare i cani........

 

Dire che il cane è il migliore amico dell’uomo non è un luogo comune.

Questa è la storia di Claudio, il quale ha stretto un ottimo legame con i suoi “amici a quattro zampe”.

La sua passione non nasce da bambino, ma si rende conto di questo più tardi quando gli viene regalato un pastore tedesco,Asco, con lui instaura un ottimo rapporto ed inizia i primi rudimenti per quanto concerne l’addestramento.

Passano gli anni ed Asco muore.

Dentro di lui un grande vuoto gli impone di non averne uno ma di averne tanti, e nonostante i sacrifici e le notti insonni riesce ad avere delle soddisfazioni.

É diventato socio S.A.S., ha ottenuto l’affisso di allevamento “dell’Erta delle Chiuse” riconosciuto dall’E.N.C.I. e dalla F.C.I.,dove scegli le fattrici e gli stalloni per avere cuccioli sempre migliori dando molta importanza all’imprinting ed alla socializzazione.

É importante sottolineare che Claudio svolge tutt’altro lavoro e se un’attività come questa è svolta senza scopo di lucro acquista il suo vero e proprio valore di passione ed amore per quello che si sta facendo.

Decide di dar corpo al suo allevamento portando avanti cani brevettati e selezionati personalmente, tra cui un bell’esemplare di pastore tedesco, una femmina di nome Ada.

Ada gli sta dando grandi soddisfazioni, ha fatto delle bellissime cucciolate.

La sua linea di sangue e le sue qualità morfologiche e caratteriali, fanno di lei un’ottima fattrice.

L’impegno per entrambi è costante.

Ada ha conseguito l’avviamento, l’IPO1 e la selezione, come prossimo obiettivo, l’IPO2 e l’IPO3.

Sicuramente a Claudio Molto gli rimane ancora da fare ma il suo impegno è continuo nell’arte dell’allevamento.

Nel tempo Ada è diventata la nonna dell’allevamento e nonostante i rigidi e umidi inverni che ci sono in queste zone lei predilige il suo box, nell’allevamento   con gli altri, alla casa che noi gli abbiamo aperto per passare i suoi ultimi anni da vera pensionata.

Ancora oggi Claudio ricorda i suoi baffi irrigiditi dalla brina con i suoi occhi che sembravano diventare sempre più grandi man mano che la mattina lui si avvicinava  per accudirla e darle da mangiare.

La sua pelliccia era talmente folta che nemmeno il freddo più intenso poteva penetrarla. …………….

…….. Oggi che siamo nel 2017 Claudio è diventato istruttore cinofilo , e istruttore di unità cinofile di ricerca persone disperse in superficie, in ambito allevamento ha continuato a lavorare con perseveranza e passione per riuscire a produrre  soggetti il più possibile corrispondenti allo standard F.C.I., sia dal punto di vista morfologico (assicurandoci che i cani non siano affetti da Displasia dell'anca e del gomito) nonché caratteriale (ottimo comportamento con i bambini, docile, vitale, attento, fedele, sicuro e vigile).